Nora - Sant'Efisio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Nora

Arciconfraternita > Luoghi
_____________________________________________________________________________________

A Nora, a ridosso della spiaggia omonima, poco distante dagli scavi archeologici e dal teatro romano, sorge, a circa 3 km dal centro abitato del paese di Pula, la chiesetta di Sant’Efisio, luogo di arrivo da Cagliari della lunga processione del Santo nel mese di maggio, circa 80 km di camminata tra andata e ritorno.
L’edificio venne eretto sopra un antico santuario altomedievale corrispondente al luogo in cui, secondo la tradizione, avvenne il martirio di Sant’Efisio.
Dopo il 1089, la chiesa, grazie ad una donazione del Giudice di Cagliari Costantino Salusio II de Lacon Gunale, venne ricostruita in forme protoromaniche, e successivamente intitolata a Sant'Efisio di Nora come dono del Giudice ai monaci benedettini dell'abbazia di San Vittore di Marsiglia
La chiesa si presenta dall’aspetto semplice e robusto, costruita in blocchi di pietra arenaria e calcare, con materiali di spoglio provenienti da Nora.
La facciata è rivolta ad occidente, preceduta da un atrio con portico, quest’ultimo aggiunto tra il XVII e il XVIII secolo. L'interno è a pianta rettangolare a tre navate voltate a botte e divise da robusti pilastri che reggono archi a tutto sesto, culminante con una piccola abside semicircolare.  
All'estremità della navata sinistra emerge dal pavimento la cupola emisferica dell'antico martyrium altomedievale in cui il santo trovò sepoltura, prima che le sue reliquie fossero traslate a Pisa.
_____________________________________________________________________________________ (foto Associazione culturale Carrelas)

Febbraio 2017
- webMaster Paolo Onida
Torna ai contenuti | Torna al menu